E se i moduli abitativi mobili non dovessero necessariamente essere sinonimo di anonimo prefabbricato o, peggio, di un container? E se una casa interamente smontabile e rimontabile in poche ore potesse anche offrire tecnologia, comfort, soluzioni di design innovative, e – dulcis in fundo – un profilo di sostenibilità di assoluta avanguardia?
Questo devono avere pensato i creatori di M.A.D.I, il modulo abitativo pieghevole, adattabile e trasportabile interamente made in Italy. Si tratta, in estrema sintesi, di una casa in legno pieghevole a due piani, facilmente trasportabile e interamente riciclabile.

Ideato dall’architetto Renato Vidal, il primo prototipo di MADI è stato realizzato nel 2013 ma è nel corso dell’ultimo anno che ha finalmente avuto l’occasione di calcare ribalte prestigiose guadagnandosi l’attenzione di media e addetti ai lavori.

In particolare in occasione di INHABITS – Milano Design Village, la prima edizione di un’esposizione interamente dedicata al mondo del design e dell’architettura con particolare attenzione ai moduli abitativi smontabili e trasportabili, MADI è stato tra i progetti più ammirati.


Le soluzioni sono adatte a tutte le esigenze, e a tutte le tasche. Si parte dal modello base, di 27mq, pensato come struttura modulare perfetta in caso di calamità naturali che, pur nelle dimensioni ridotte, non rinuncia alla cura del dettaglio e al comfort. Raddoppiando la struttura modulare base si ottiene il modello da 56mq, ma se si vuole un’esperienza residenziale di lusso MADI è disponibile anche in versione Cottage, con portico e loggia, nonché nella versione da 84 mq, che offre un’esperienza residenziale all’altezza di un appartamento di alto livello.


Madi, in tutte le possibili combinazioni e articolazioni, è però prima di tutto una soluzione abitativa in linea con i più ambiziosi standard di sostenibilità.
Sostenibilità economica, con un range di costi che in nessun caso (neanche nelle soluzioni più lussuose) supera i 1000 euro al metro quadro.


Sostenibilità nei materiali, interamente riciclabili per usi successivi. Sostenibilità ambientale, con consumo di suolo zero grazie alla particolare tecnica di fondamenta a viti e, infine, sostenibilità energetica, con gli impianti fotovoltaici installati sul tetto che rendono le strutture abitative Madi totalmente autonome sul piano energetico.


Il creatore di Madi Renato Vidal lo descrive come “Una casa assolutamente normale, completa di bagno, cucina e di tutti gli impianti, che però può essere montata e rimontata nel giro di poche ore”.
Ed è proprio la velocità di montaggio a rendere Madi particolarmente adatta a situazioni di emergenza e di calamità naturali: “Con la nostra struttura – continua – riusciamo a montare nel giro di 6 ore, tempi tanto stretti da riuscire a evitare, in caso di calamità, la fase della tendopoli, molto spesso drammatica per le popolazioni colpite.”
 
Ma l’aspirazione di Madi e del suo creatore vanno oltre il supporto in caso di disastri. “la nostra è una casa in tutto e per tutto. Trasportabilità e praticità certo, ma questo senza rinunciare al comfort e alla bellezza e alla totale adattabilità anche ai gusti più esigenti”.